Lascivi praeceptor amoris. Di Rosa Frullo

A Valentino Zeichen * Quando la nebbia si diraderá i tuoi occhi saranno miele per api deliziose. Muovi le tue dita lungo la schiena, per rotondità celate da piccoli veli rosa. Affonda il tuo cuore nel mio lungo le sere, per poter sognare la notte dei numi, amando solo d’ istanti. * Solo la mia…

Bacio Fatale . Rosa Frullo

* Per Mario Ho guardato il mio volto, era duro,disfatto, privo di ogni attesa. Un corpo di rosa, nulla,insipida ,orrenda, indecorosa. Dico a te, ho visto il mio volto nel tuo, in una parvenza oscura. Un cuore nero, oscuro, Un cuore dentro un altro cuore. * Una cintura di castità obliqua Nelle fervide unghie del…

Io una sintesi negata. Rosa Frullo

C’era uno strano profumo oltre i cancelli dei riformatori. Il sorriso dei bambini che pisciavano sui fiori per farli più belli , mistici come il diario di Claude Esteban, maledetti come Rimbaud. Una fuga dal giorno contro le rotaie di un treno. Su di me l’ombra di un ragazzo. * Mi hai fatto quattro buchi…

Antonio e Elena. Di Rosa Frullo

Voci ,suoni, che arrivano sul letto vi fanno cercare le mani sotto le coperte; i piedi che si toccano danno inizio a un nuovo gioco,ebbro appena dei vostri umori ,che il sangue scolora e il tempo. Il risveglio pare un miracolo inatteso;dopo l’amore l’agonia avvolge la città, più tenera e paziente. Io sono la vostra…

Il ghigno furioso della morte e il suicidio di Petronio.

Quella tomba di rosso era per te… Il tuo sangue rosso, i tuoi polsi di poeta suicida… tutto era per te, il colore del vino sangue , vino, le dita spezzate… la tua bellezza. Morire con eleganza .. Morire sapendo che l’unica cosa sognata amata è morire… Petronio tutti i poeti sognano di morire…con il…

Petronio Arbiter Elegantiae. Di Rosa Frullo

“Postquam omnes bonam mentem bonamque valitudinem sibi optarunt, Trimalchio ad Nicerotem respxit et:”Solebas inquit sua vius esse in convictus ;nescio quid nuc taces nec muttis .Oro te, narra illud quod tibi usi venit”.( Da “Satyricon,capo 61-62” Petronio) Pulcherrimum bacciballum Non piangerò sulla crudele spalla Non sventreró ,non riderò più a cuore aperto. Non morirò per…

Il diavolo nel bicchiere. Di Rosa Frullo

” Viva Bacco e viva amore: l’uno e l’altro ci consola;uno passa per la gola, l’altro va dagli occhi al cuore. Bevo il Vin! …e con gli occhi poi faccio quel che fate voi..”(Da”La Locandiera /Scena ottava – Secondo atto” Carlo Goldoni) * Da quando la tua voce è entrata dentro di me, come un…